Magica Cupra, si fa in tre la Leon che ruggisce. Seat propone differenti versioni del suo gioiello

di Mattia Eccheli
BARCELLONA - La nuova auto di Ducati nel MotoGp è la nuova Seat Leon Cupra, la vettura di serie più potente mai prodotta a Martorell. Che in versione da pista arriva a 350 cavalli, venti più di prima, mentre nella declinazione stradale si ferma a 300, contro i 290 di quella precedente, con una coppia massima che passa da 350 a 380 Nm. Gli ingegneri della divisione Cup Racing sono riusciti a lavorare sul turbo benzina da 2.0 litri facendone lievitare le prestazioni e contribuendo a fare di questa variante un modello di grande successo nei circuiti.La nuova Leon Cupra è disponibile in tre versioni (SC a 3 porte, a 5 porte e ST, vale a dire familiare), tutte a listino a 36.600 euro. Per la prima volta viene portata in Italia anche la trazione integrale, offerta peraltro solo sulla ST.
 
 


Il modello più gettonato nel Belpaese continuerà ad essere la 5 porte (4,281 metri lunghezza), proposta come le altre con la sola trasmissione automatica Dsg che garantisce cambiate rapide e puntuali. Sia la berlina, che vale due terzi dei volumi, sia la familiare (4,458 metri) sono convincenti nella spinta e precise nell’assetto e regalano emozioni in pista e fuori, anche grazie allo sterzo progressivo. Dell’equipaggiamento standard della Leon per il decollo fanno parte lo spoiler posteriore, i cerchi in lega Cupra Machined da 19 pollici, il doppio terminale di scarico ovale, i sedili sportivi anteriori rivestiti in Alcantara, il sistema di navigazione con touch screen da 8 pollici, il Seat Full Link, il controllo dinamico dell’assetto ed i sensori di parcheggio posteriori. Il luminoso tetto panoramico a scorrimento è tra gli accessori a richiesta.

La velocità massima dichiarata è di 250 km/h e lo spunto da 0 a 100 km/h avviene in 5,7 secondi: prestazioni “importanti” che giustificano un impianto frenante basato su dischi da 34 centimetri davanti e da 31 dietro. È una sorta di felino, docile in città o quando serve per gli usi più comuni, ma paurosamente aggressivo quando lo si lascia libero. Come nel movimentato circuito di Castellolì. L’assetto variabile offre diverse soluzioni di guida, anche quelle adatte alle situazioni più disparate, che includono le modalità Eco e Comfort e che arrivano fino alla Cupra.
 
VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI?
Domenica 7 Maggio 2017, 19:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA
CERCA UN ARTICOLO
Sezione
Parola chiave
   
MILLERUOTE
di Giorgio Ursicino
Corrida e spettacolo a Barcellona. Sorpassi, contatti, ruotate, ma alla fine nessuna polemica e un gran premio entusiasmante che ha mandato in delirio il folto pubblico. Come quasi sempre è...
Skoda Karoq, il Suv compatto che affianca il fratello maggiore Kodiaq
SEGUICI su facebook
TUTTOMERCATO
LA RICOSTRUZIONE
Daniele Maver presidente di JaguarLandRover Italia taglia il nastro del'inaugurazione del
AMATRICE - Un fiore di primavera. Una gemma. Fra le tristi macerie di quello che fino...
LA CLASSIFICA
PARIGI – Non è per niente un bel primato quello che la Fondazione Vinci Autoroutes...
IL PROGETTO
Chase Carey, nuovo Ceo del circus dopo l'acquisto di Liberty Media
BERLINO - Il nuovo capo della Formula Uno, Chase Carey, sta cercando di inserire nel calendario del...
DIVERTENTE
La Mini Challenge
MILANO - Parte da Imola l'avventura del Mini Challenge 2017. È Il sesto appuntamento...
LE ULTIME PROVE
CALTAGIRONE EDITORE | IL MESSAGGERO | IL MATTINO | CORRIERE ADRIATICO | IL GAZZETTINO | QUOTIDIANO DI PUGLIA | LEGGO | PUBBLICITA' CONTATTI   |   PRIVACY
© 2017 IL GAZZETTINO - C.F. 00744300286 - P.IVA 02742610278