Alfa Romeo Giulietta my 2019

Alfa Romeo Giulietta my 2019 insieme a U-Go, con Leasys la mobilità condivisa del Biscione

di Cesare Cappa
  • condividi l'articolo

TORINO - Passano gli anni, ma Alfa Romeo Giulietta conferma la propria presenza all’interno del segmento C. Una decisione a cui seguono una serie di aggiornamenti, necessari per rimanere al passo con la concorrenza. I particolari accostamenti cromatici e una gamma rinnovata in alcune denominazioni e specifiche di allestimento, sono i punti di maggiore interesse di questo Model Year 2019. E se da un lato la scelta delle motorizzazioni si aggiorna alle normative Euro 6d-Temp, dall’altra le unità che la compongono sono una certezza del “complesso” Giulietta. Alfa Romeo infatti propone al pubblico della media del Biscione tre diverse unità, una benzina e due a gasolio. Ad aprire le danze il 1.4 turbo benzina da 120 cavalli, mentre a seguire i due Multijet: il 1.6 da 120 cv e il 2.0 da 170, abbinato al cambio doppia frizione TCT.
 

 

Inoltre, la nuova gamma prevede nuovi pacchetti che consentono di configurare l’auto secondo le proprie esigenze, ma non solo dal punto di vista estetico. Su tutti i nuovi Pack Veloce Rosso Alfa e Pack Veloce Giallo corsa per personalizzare la vettura con contenuti estetici fortemente sportivi. Ed il nuovo Pack Convenience pensato per un cliente più attento al comfort ed alla connettività a bordo. Ma c’è pure il Pack Tech che comprende il sistema di infotainment Alfa Connect da 7” by Alpine con Apple CarPlay e Android Auto. Il lancio di Giulietta Model Year 2019 presenta poi una formula di acquisto secondo il modello del noleggio a lungo termine, a cui segue un’inedita piattaforma di mobilità. Servizi sviluppati da Leasys, società controllata dal gruppo FCA Bank. Nasce in Italia nel 2001 e dal 2017 ha ampliato la sua presenza anche in Europa ed opera oggi in Spagna, Francia, Regno Unito, Germania, Belgio e Olanda, gestendo oltre 45.000 clienti con una flotta di circa 250.000 veicoli. Il piano di crescita prevede nel 2021 la presenza in 13 Paesi Europei con una flotta di circa 450.000 veicoli. Ma prima di arrivare al modello di mobilità studiato da Leasys, bisogna fare riferimento al servizio di noleggio a lungo termine attualmente disponibile.

Si parte da una rata di 399 euro mensili, per un periodo di 48 mesi e con un chilometraggio massimo di 60.000 km, con la quale si può avere “accesso” ad Alfa Romeo Giulietta. Questa formula di noleggio a lungo termine è stata denominata BeFree. Con BeFree non è necessario versare alcun tipo di anticipo, mentre nel canone sono previste le principali formule assicurative e di assistenza stradale. Disponibile pure BeFree Plus, che con 100 euro al mese in più offre copertura furto e incendio, servizio di riparazione danni e manutenzione ordinaria e straordinaria. In Italia 15.000 clienti l’hanno scelto dal 2016, anno di lancio, e rappresenta il 40% del parco auto circolante di noleggio a privati. In Europa è già stato scelto da 25.000 clienti, l’obiettivo nel 2021 è di arrivare a 100.000. Leasys ha poi sviluppato la nuova piattaforma di mobilità U-Go. Definita dagli stessi uomini di FCA Bank una sorta di Airbnb dell’auto, interessa direttamente i clienti BeFree. Clienti che potranno mettere a disposizione la propria Giulietta per utenti di tale piattaforma. Utenti che non necessitano del possesso dell’auto o del noleggio a lungo termine, ma che in qualche occasione potrebbero aver bisogno di una vettura per qualche ora, oppure per uno o più giorni. Infatti con U-Go i clienti Leasys possono contenere la spesa mensile del canone di noleggio condividendo la propria auto. Questi utenti sono i cosiddetti “U-Go Player”, che mettono a disposizione la propria Giulietta agli “U-Go User”.

Il cliente BeFree definisce il canone di “affitto” della propria auto, mentre lo User tramite app (o sito web) può verificare disponibilità delle vetture e la loro locazione. Ovviamente questo tipo di servizio si comporta in modo similare a quelli di noleggio tradizionale. Così se lo User recupera la vettura con il pieno di carburante, è tenuto a riconsegnarla allo stesso modo. Luogo di ritiro e rilascio vengono poi concordati tra gli utenti. Al termine del periodo di condivisione, entrambi potranno lasciare una recensione, alimentando così la community. Da poco lanciato in Italia, U-Go arriverà anche in Francia, Spagna e Regno Unito a Settembre 2019. Si stima di arrivare a 50.000 utenti registrati entro il 2021.
 

  • condividi l'articolo
Domenica 5 Maggio 2019 - Ultimo aggiornamento: 18:57 | © RIPRODUZIONE RISERVATA