la nuova Audi SQ5

Audi SQ5, performance ancora più brillanti con il turbodiesel ibrido da 347 cv

di Francesco Irace
  • condividi l'articolo

ROMA - Tanta coppia e performance sempre più rilevanti per la nuova Audi SQ5, dotata oggi anche di un motore 3.0 V6 TDI rivisto in alcune componenti e abbinato ad un compressore ad azionamento elettrico, ad un turbocompressore e a un sistema mild-hybrid a 48 Volt. Parliamo di un propulsore diesel capace di erogare una potenza di ben 347 cv e 700 Nm di coppia disponibile costantemente tra 2.500 e 3.100 giri/min. Numeri che in strada si traducono in prestazioni da sportiva pura: velocità massima autolimitata a 250 km/h e un accelerazione da 0 a 100 km/h in 5,1 secondi. Per quanto riguarda i consumi, nel ciclo combinato NEDC, si registrano valori compresi tra i 6,6 e i 6,8 litri ogni 100 km, con 172-177 grammi/km di CO2. Come anticipato, la rete di bordo principale a 48 Volt porta in dote il compressore ad azionamento elettrico (EAV) e il sistema mild-hybrid.

L'accumulatore è costituito da una batteria agli ioni di litio collocata sotto il pianale del bagagliaio con una capacità da 10 Ah. Il compressore ad azionamento elettrico supporta il turbocompressore ogni volta che i gas di scarico forniscono una spinta insufficiente (nelle partenze da fermo e in ripresa dai bassi). In tal modo la coppia è immediatamente disponibile e la risposta del gas è istantanea. Il sistema MHEV, invece, può ridurre i consumi nelle condizioni di marcia reali fino ad un massimo di 0,7l/100km. Parliamo, nello specifico, di un sistema capace di recuperare energia nelle fasi di decelerazione, per immagazzinarla e veicolarla successivamente ai dispositivi integrati nella rete di bordo.

La trasmissione è affidata ad un cambio automatico a otto rapporti, mentre la trazione integrale permanente quattro di serie prevede un differenziale autobloccante che ripartisce la coppia secondo il rapporto 40:60 (che in casi estremi può arrivare fino a 70% all'avantreno o fino all'85% al retrotreno). A richiesta è inoltre disponibile un differenziale sportivo in corrispondenza dell'assale posteriore, pensato per contenere al minimo i fenomeni di sottosterzo. Come su ogni sportiva che si rispetti, sulla SQ5 è stato rivisto l'assetto, forte di un'architettura delle sospensioni a cinque bracci sia davanti che dietro. Gli ammortizzatori sono stari ribassati di 30 mm (rispetto alla Q5 standard), mentre la taratura è integrata nel sistema di gestione della dinamica di marcia Audi drive select. Ampia e completa la gamma di sistemi di assistenza alla guida, così come evoluto e moderno è il sistema di infotainment, compatibile con Apple CarPlay e AndroidAuto. La nuova SQ5 equipaggiata con il diesel sarà in vendita a partire della prossima estate.

  • condividi l'articolo
Giovedì 21 Febbraio 2019 - Ultimo aggiornamento: 20:08 | © RIPRODUZIONE RISERVATA