La nuova Mercedes GLB

Nuova Mercedes GLB. Nuovo tassello nella gamma Suv Mercedes

di Cesare Cappa
  • condividi l'articolo

STOCCARDA - Se il mercato della Stella reclama un Suv una Mercedes su tre, la risposta non può che essere quella di rendere la gamma sempre più proficua e ricca di modelli. Ecco perché l'avvento di GLB è una cosa nella piena normalità della proposta di Stoccarda. Nel mezzo tra GLA (in attesa del nuovo modello) e GLC, conserva il fascino delle vetture della stella squadrate, pur proponendo un design non così “teso” come potrebbe sembrare. Uno stile semplice, frutto di un modello che si pone (forse) come tra i più razionali e funzionali della gamma Mercedes. Lungo 4,6 metri, rientra di diritto in quella cerchia di vettura che si è soliti definire compatte. Una misura, unità ad un passo di quasi 2,9 metri, che le permette di offrire dietro un esborso di 915 euro, la terza fila di sedili. Una possibilità che però ha un limite: infatti lo spazio per le persone che si devono accomodare nei due sedili di riserva, non devono avere un'altezza superiore di 168 cm... come da indicazione Mercedes. Una soluzione che, a prescindere da quanto siano alti gli eventuali occupanti, rende la GLB funzionale più di molte competitor, ma soprattutto palesa la sua indole familiare.

Non facendo conto della terza fila di sedili, che peraltro scompare all'interno del pianale del vano di carico, il volume del bagagliaio parte da una quota di 570 litri. Conferma di come i Suv siano le famigliari dei tempi moderni. Un tema, quello della modernità, che si allaccia a tutto il comparto infotainment di cui è provvista GLB. Il merito ad aver aperto la strada all'evoluzione multimediale spetta alla più recente Classe A, da cui indirettamente il nuovo Suv Mercedes deriva. La piattaforma è la stessa, opportunamente adattata alle esigenze di un'auto di dimensioni più importanti.

Ecco perché l'aspetto degli interni ricalca le medesime scene, proponendo, nella versione più evoluta del sistema MBUX, il doppio display da 10,25 pollici. Con quello al centro della plancia dotato di funzionalità touch. La realtà aumentata può essere parte del pacchetto di navigazione, visualizzando in plancia lo svincolo o la svolta che bisogna intraprendere per rispettare le indicazioni del percorso. Con il supporto dei comandi vocali, potendo richiamare l'attenzione della vettura semplicemente proferendo la frase “Hey Mercedes”, è possibile modificare le impostazioni dell'auto senza premere alcun bottone.

Il fatto che si tratti di un Suv non significa che sarà solo la trazione integrale 4Matic la variabile disponibile. Infatti le motorizzazioni d'ingresso, sia diesel sia benzina, sono a listino con la sola trazione anteriore. Mentre sul fronte 4x4 è possibile un passaggio in più, attingendo alla lista degli optional. Infatti per i possessori dei modelli 4Matic è a disposizione il pacchetto Off-Road, che oltre a modificare qualche dettaglio di carattere estetico, rende l'elettronica funzionale all'esperienza di guida in fuoristrada. Un'esperienza davvero alla portata di GLB, certo non ai livelli di una Classe G, ma comunque gratificante.

Quanto ai motori del Suv della Stella, in attesa che su questo modello l'elettrificazione abbia un ruolo da protagonista, “ibridizzando” l'offerta, il ventaglio attuale è quanto di più tradizionale possibile. Ovvero motorizzazioni iper-efficienti declinate nel formato a benzina e in quello diesel.

L'entry level ad ottani è rappresentato dal 1.3 da 163 cavalli di potenza, denominato 200, accoppiato ad un cambio doppia frizione a 7 rapporti. Segue poi la 250: qui i litri diventano 2 e la potenza sale a quota 224 cavalli, mentre il doppia frizione di marce ne ha 8. Discorso leggermente diverso per la variante 35 AMG: il turbo benzina supera i 300 cavalli e il cambio, pur conservando le specifiche del precedente, è particolare per questo modello. Fatta eccezione per la 200, le altre hanno come elemento standard la trazione integrale 4Matic.

La sezione diesel apre i battenti con il modello 180 d: 116 cavalli di potenza e due litri di cilindrata. Stesso motore, ma un gradino più in alto, il 200 d da 150 cavalli. Chiude le fila il 220 d da 190 cavalli. Tutte le versioni sono equipaggiate con il cambio doppia frizione a 8 rapporti. La 180 d è disponibile solo con la trazione anteriore, la 200 d anche con le quattro ruote motrici, la 220 d solo in “formato” 4Matic.

Si parte dell'allestimento Executive, si sale al Business, poi allo Sport e allo Sport Plus e si chiude alla voce Premium. I prezzi partono da 35.390 euro.

 

  • condividi l'articolo
Giovedì 28 Novembre 2019 - Ultimo aggiornamento: 29-11-2019 19:34 | © RIPRODUZIONE RISERVATA