Renault Clio 2020

Renault Clio 2020: è tutta nuova ma è sempre lei...

di Francesco Irace
  • condividi l'articolo

FIRENZE – Quanto è cambiata davvero la nuova generazione di Clio? Più di quanto si possa immaginare guardandola distrattamente. Sì perché in Renault hanno ben pensato di cambiarla completamente dentro e fuori senza però stravolgere il DNA che ne ha fatto un progetto ultra vincente: è l'auto straniera più venduta in Italia e ha totalizzato 15 milioni di unità dal 1990. Dunque, anche se è giunta alla quinta generazione e si presenta tutta nuova, la riconosci subito: perché è sempre lei, ma è fatta meglio. 

Le proporzioni restano tendenzialmente le stesse e anche le linee non cambiano troppo. Frontale e posteriori sono ridisegnati completamente, ma con delicatezza, lavorando di fino, e soprattutto la base è una nuova piattaforma CMF-B sulla quale si costruiranno le future Renault del segmento B e C. Rispetto alla generazione precedente, la nuova Renault Clio è più bassa di 8 mm e leggermente più corta (12 mm, per un totale di 405 cm). Ciononostante lo spazio interno è sempre ottimo e c'è un bagagliaio che stabilisce un nuovo record per la categoria delle segmento B, con una capienza di 391 litri in configurazione standard e 1.069 abbattendo i sedili posteriori. 

L'abitacolo è più curato, le plastiche sono morbide e il design della plancia è completamente rinnovato con interessanti accoppiamenti cromatici: un vero e importante salto di qualità, insomma. C'è una nuova strumentazione con display da 4,2 o 7 pollici, mentre al centro troviamo il nuovo sistema di infotainment E-Link (con connessione costante 4G gratuita e con Android Auto e Apple CarPlay) con uno schermo a sbalzo con orientamento verticale da 7 pollici negli allestimenti base e intermedio, e da 9,3 pollici sulla top di gamma.

Tanta tecnologia è stata spesa anche al servizio della sicurezza, con numerosi dispositivi di assistenza alla guida per una guida autonoma di livello 2. L'auto è infatti in grado di mantenere la corsia in autostrada regolando automaticamente velocità e distanza di sicurezza. Sul fronte motori troviamo una gamma composta dai benzina 3 cilindri 1.0 aspirato da 65 o 72 cv e turbo da 100 cv (presto anche GPL) con cambio manuale a 5 rapporti, e 1.3 da 130 cv con doppia frizione a 7 rapporti. Sul fronte dei diesel, invece, c'è il 1.5 nei due step di potenza 85 cv o 115 cv, dotato del sistema SCR per depurare i gas di scarico dagli ossidi d’azoto e il cambio manuale a 6 rapporti (3,6 litri/100 km pari a 95 g/km di CO2 ciclo NEDC). Nel 2020 arriverà anche la versione ibrida E-Tech caratterizzata dal 1.6 benzina da 100 cv abbinato a due motori elettrici rispettivamente da 35 kW e 15 kW che permette alla vettura di poter viaggiare in modalità elettrica in città. 

La nuova Renault Clio è più aerodinamica, più leggera (di 50 kg), più tecnologica, ma anche più bella da guidare. Molto bene il nuovo telaio, così come il volante, diretto e preciso. Tende ad essere un po' rigidina e si comporta benissimo nella guida più allegra, digerendo un un po' male le buche (o le imperfezioni) più insidiose. Il motore diesel 1.5 da 115 CV offre un'ottima spinta e una sorprendente elasticità ai bassi regimi. È molto fluido, non è rumoroso ed è anche molto efficiente dal punto di vista delle emissioni e dei consumi. È un po' meno esuberante ma ugualmente valido l'85 CV. Anche se il cuore di gamma, secondo Renault, sarà il 1.0 benzina da 100 CV (187 km/h, 0-100 km/h in 11,8 s.). La nuova Clio è già disponibile nelle concessionarie in 6 allestimenti con prezzi a partire da 14.400 euro.

 

  • condividi l'articolo
Mercoledì 18 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento: 20-09-2019 13:34 | © RIPRODUZIONE RISERVATA