Un'automobile dismessa in un terreno privato

L'auto deve essere assicurata anche se il proprietario la tiene ferma in un terreno privato

  • condividi l'articolo
  • 3,6 mila

ROMA – La Corte di giustizia dell'Unione Europea, con la sentenza del 4 settembre 2018 che ha definito la causa C-80/17, ha sancito un principio che interessa molti proprietari di veicoli: l'auto va assicurata per la responsabilità civile anche se è sempre ferma su un terreno privato.

Per i giudici di Lussemburgo, secondo quanto riporta il sito studiocataldi.it, i presupposti per l'assicurazione obbligatoria dei veicoli, infatti, sono i seguenti: il mezzo deve essere idoneo alla circolazione, deve essere immatricolato e, pertanto, non deve essere stato regolarmente ritirato dalla circolazione.

Se tali condizioni si verificano, la circostanza che l'auto sia parcheggiata in un terreno privato non basta a esonerarla dall'assicurazione. Si tratta, infatti, di un mezzo che corrisponde alla nozione di veicoli di cui all'articolo 1, punto 1, della direttiva direttiva 72/166/CEE e che, di conseguenza, non smette di essere soggetto all'obbligo di assicurazione enunciato dal successivo articolo 3 solo perché il proprietario non intende più guidarlo e lo tiene fermo su un terreno privato.

La Corte di Giustizia, con la medesima pronuncia, ha sancito anche un altro importante principio. I giudici hanno infatti chiarito che è legittimo prevedere che gli organismi nazionali incaricati di risarcire i danni causati da un veicolo non identificato o per il quale non vi è stato adempimento dell'obbligo di assicurazione possono poi proporre azione, per rivalersi, non solo nei confronti del responsabile del sinistro, ma anche contro il soggetto tenuto a stipulare un'assicurazione RC auto che non ha adempiuto a tale obbligo, anche se non si tratta di persona civilmente responsabile dell'incidente nell'ambito del quale si sono verificati i danni.

  • condividi l'articolo
  • 3,6 mila
Venerdì 7 Settembre 2018 - Ultimo aggiornamento: 08-09-2018 21:21 | © RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 26 commenti presenti
2018-09-07 14:41:56
Complimenti....sempre meglio l'Europa! Diamo più soldi alle assicurazioni che poverine non ne hanno abbastanza...Possono dire quello che vogliono ma se io tenessi un auto chiusa in garage senza mai usarla col cavolo che l'assicuro
2018-09-08 10:14:05
come al solito la finta europa ci mette lo zampino...
2018-09-08 10:31:51
La solita Europa stupida....che vergogna
2018-09-08 12:06:06
Ma non è una follia? Questi sono anche peggiori della magistratura nostrana
2018-09-08 15:04:24
In Italia se ne sentono di tutti i colori . Ci sono italiani che acquistano macchine all'estero,evidentemente intestate a persone del posto così non pagano ne assicurazione e ne bollo in Italia . Poi ci sono tantissimi stranieri rumeni , Bulgari... che sono piu' 10 anni che girano indisturbati con le loro macchine , con targa ancora del proprio paese di origine . Quindi non pagano ne assicurazione , ne bollo in Italia è in caso di incidente ci sono sempre problemi . Mi risulta che in Italia Un'auto con targa estera può circolare solo per 12 mesi. Come mai che nessun vigile fa multe ,ferma l'autoveicolo ;come mai non si far rispettare questa legge!? Minimo , ci saranno un milione di macchine con targa straniera che circolano in Italia indisturbati...!! Economicamente sarebbe una bella entrata , ma anche rispettoso per chi ha sempre rispettato la legge e per gli italiani .