Lo Sport Touring 27

Sport Touring 27 nuovo gommone della linea Cayman di Ranieri. Misura 8,50 metri e tocca i 44 nodi con due motori Suzuki da 200 hp

di Sergio Troise
  • condividi l'articolo

SOVERATO - L’aggiornamento della linea Cayman di Ranieri prevede l’occupazione di tutti gli spazi disponibili, per andare incontro alle esigenze di una clientela sempre più ampia e variegata. E’ in questa ottica che va inquadrata la decisione di rafforzare la gamma con il nuovo Cayman 27 Sport Touring Trofeo, gommone di 7,95 metri (8,50 ft) che ricalca stile e struttura del 26 e del 28 Sport Touring (suoi parenti strettissimi) andando a completare una linea che prevede anche il piccolo 23, il più grande 31, l’ammiraglia 38 e il neonato 35 (varato in contemporanea e atteso nelle imminenti fiere di Cannes e Genova).

Il nuovo Cayman 27 è un central console sportivo, ideale per trascorrere una giornata in mare senza rinunciare a un minimo di comfort. Votato totalmente alla vita all’aperto, dispone sotto coperta di un comodo locale spogliatoio e di un wc: quanto basta per consentire a una famigliola con bambini o a un gruppo di amici di trascorrere una giornata spensierata, senza l’obbligo di tuffarsi in mare per un bisognino, e con la possibilità di cambiarsi comodamente.

Sull’estremità della prua spicca il musone che ospita anche un salpa-ancore con comando elettrico. Il prendisole prodiero è comodo per tre persone; il pozzetto non è troppo grande, ma la distribuzione dello spazio è razionale, con sedute adeguate e la possibilità di ricavare un secondo prendisole per due persone, grazie all’ingegnoso sistema di apertura e ripiegamento della seduta di poppa. Il tavolo non ha comandi idraulici, ma è predisposto per facili operazioni di montaggio e smontaggio. La doppia plancetta di poppa è di facile accesso ed è dotata di una moderna scaletta a scomparsa. I passaggi attorno alla console centrale sono simmetrici e il calpestio è rivestito in teak sintetico (a richiesta in teak naturale o in vtr).

Dietro alla postazione di guida è disponibile un cucinotto con una piastra e un piccolo lavello. Nella fase iniziale non è previsto un rollbar neanche tra gli optional (è in fase di progettazione), mentre è disponibile un tendalino a scomparsa che va riposto dietro alla spalliera del sedile di poppa, in un alloggiamento profondo che non intralcia i cuscini e lo rende del tutto invisibile. L’esemplare numero 1 è stato allestito con tappezzeria turchese, colorazione molto elegante che richiama i mitici Riva del passato, ma ognuno potrà scegliere a proprio gusto il colore dei tubolari, delle tappezzerie e delle strutture in vtr.

Con due motori fb Suzuki da 200 hp il comportamento dinamico e le prestazioni del nuovo battello di Ranieri si sono rivelati impeccabili. Ciò grazie anche al mare calmo e al vento di terra mai superiore ai 10 nodi che ha favorito la nostra prova nel mare di Soverato. Ciò detto sarà bene sottolineare che la carena stretta e i galleggianti sempre appoggiati in acqua favoriscono le capacità di navigazione invogliando la ricerca delle prestazioni migliori e contenendo il rollio nelle pause in rada. Anche nelle virate strette e nei cambi di direzione in velocità il gommone dà sempre la sensazione che tutto sia sotto controllo. Passando e ripassando sulle “nostre” onde abbiamo anche verificato la morbidezza della carena, dotata di pattini laterali di sostentamento.

Grazie alla spinta dei succitati DF200 Suzuki abbiamo raggiunto la velocità massima di 44 nodi, senza mai avere la sensazione di mettere a rischio la sicurezza delle 4 persone a bordo. Soltanto nella fase di accelerazione, passando repentinamente da 0 a tutto gas, abbiamo avvertito una minima esitazione. Abbiamo immaginato che potesse dipendere dal carico di acqua e benzina, invece ci è stato spiegato dai collaudatori del cantiere che ciò è dovuto alle eliche con tre pale, troppo piccole, che verranno sostituite con altre più grandi prima della presentazione al pubblico.

Nulla da dire invece sui motori da 200 cavalli di Suzuki, in grado di assicurare non solo prestazioni eccellenti ma anche una insospettabile capacità di contenimento delle vibrazioni e della rumorosità, per non dire del controllo dei consumi (se si naviga a una velocità di crociera compresa tra 25 e 30 nodi).

La postazione di guida è comoda e si avvale della strumentazione Simrad uguale a quella dei fratelli maggiori: un vantaggio in più per la tranquillità di chi si trova ai comandi, vista la quantità di informazioni leggibili sul display e i caratteri grandi e chiari che tengono aggiornati su rotta, velocità, consumi e quant’altro risulti utile alla sicurezza della navigazione.

Il prezzo del nuovo Cayman 27 non è stato ancora ufficializzato, ma è facile immaginare che dovrebbe attestarsi tra i 36.000 euro del Cayman 26 e i 66.200 del Cayman 28 (più IVA). Quanto ai motori, i Suzuki da 200 cavalli costano 19.900 euro (IVA inclusa) e la filiazione italiana del colosso giapponese ha appena varato una campagna promozionale (valida fino al 31 ottobre) che prevede un importo massimo erogabile fino a 13.000 euro, la possibilità di finanziamento a interessi zero e la durata della rateizzazione variabile da un minimo di 12 fino a un massimo di 36 mesi.

 

  • condividi l'articolo
Thursday 1 August 2019 - Ultimo aggiornamento: 20:23 | © RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti