La rinnovata Lexus RX

Lexus RX si rifa il trucco. Il Suv premium cresce anche nei contenuti tecnologici

di Giampiero Bottino
  • condividi l'articolo

IBIZA - Quale regalo migliore, per festeggiare degnamente il trentesimo compleanno di Lexus, del suo modello più rappresentativo che si presenta con l'edizione 2020 rivisitata nel look (poco) e nei contenuti? Stiamo parlando della RX, che non solo è il prodotto più venduto del brand, ma è anche il miglior interprete della filosofia di marca che – secondo un'abitudine largamente diffusa tra i costruttori del Sol Levante – trova espressione uno dei principi fondanti della cultura giapponese.

In questo caso è stato scelto l'Omotenashi, cioè la capacità di anticipare i bisogni dei propri ospiti (nel caso specifico, dei clienti) prima ancora che si manifestino. RX rispetta la consegna in modo esemplare, come primo – e ancor oggi più venduto al mondo – Suv di lusso a offrire la tecnologia full-hybrid lanciata nel 2005 (a 8 anni dall'esrodio ufficiale – Salone di Chicago del 1997 – del capostipite RX300) con la 400h e ormai giunta alla quarta generazione.

Lungo 4,89 metri (5 nel caso della versione «L» a 7 posti), il rinnovato RX450h non presenta cambiamenti per quanto riguarda il powertrain (propulsore termico 6 cilindri 3.5 a benzina che abbinato al motore elettrico forma un sistema da 313 cv,velocità massima 200 km orari, trazione integrale) ma è stato reso più stabile e confortevole grazie ad alcuni accorgimenti come la scocca più rigida, l'Active Cornering Assist che limita il sottosterzo in accelerazione e gli ammortizzatori il cui smorzamento minimizza le oscillazioni causate dalle micro-asperità della strada.

Dal punto di vista tecnologico, l'innovazione più significativa è caratterizzata dal sistema BladeScan AHS proposto in anteprima mondiale. Grazie a questa soluzione, che si basa su due specchi rotanti ad alta velocità che riflettono la luce dei Led proiettandola sulla strada attraverso una lente, la RX 2020 ottimizza la gestione del fascio luminoso evitando di abbagliare gli altri utenti della strada e permettendo tra l'altro di rilevare la presenza di un pedone a 56 metri di distanza, contro i 32 dei guppi ottici precedenti.

L'ultima generazione del Lexus Safety System incrementa la sicurezza preventiva della vettura e amplia la connettività grazie alla compatibilità con Apple CarPlay e Android Auto che consente di integrare nell'auto il proprio smartphone, definendo l'evoluzione di un prodotto che vuole rimanere ai vertici della categoria – quella dei Suv premium – di cui rivendica la primogenitura e che si presenta all'appuntamento con il mercato con un listino non ancora ufficializzato, ma che non dovrebbe distaccarsi granché da quello attuale, compreso tra 71.350 e 81.850 euro, optional esclusi.
 

 

  • condividi l'articolo
Wednesday 9 October 2019 - Ultimo aggiornamento: 10-10-2019 16:38 | © RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti