Il Toyota Proace City è il terzo veicolo della gamma Toyota Professional

​Toyota Proace City, con il piccolo della gamma Toyota Professional punta in alto

di Nicola Desiderio
  • condividi l'articolo

ROMA - Toyota lancia il Proace City, il più piccolo della gamma dei veicoli commerciali che si unisce al pick-up Hilux e al più grande Proace per rafforzare la presenza del costruttore giapponese con il marchio Toyota Professional con l’obiettivo di farne la sua terza gamba in Europa insieme a Toyota e Lexus.

Il Proace City è venduto con lunghezza di 4,4 o 4,7 metri, in versione furgone o per passeggeri, con 5 o 7 posti. In cabina anteriore può avere 2 o 3 posti. La differenza di passo è di 19 cm. La capacità di carico varia da 650 a 1.000 kg, la volumetria da 3,3 a 3,9 metri cubi che può crescere di altri 400 litri con il sistema smart cargo che, attraverso una botola verso l’abitacolo, permette anche di allungare la lunghezza del vano di 1,3 metri che di base è, rispettivamente, di 1,8 e 2,2 metri. La sua larghezza è di 1.241 mm, l’altezza è di 1.196 mm, misure che lo rendono uno de pochi della sua classe a poter ospitare due europallet. La massa trainabile massima è di 1.500 kg.

La dotazione di sicurezza è articolata su 3 livelli. Il primo prevede il sistema di pre-collisione, il riconoscimento dei segnali, l’allerta per la stanchezza, l’assistenza per il mantenimento di corsia e il cruise control; il secondo aggiunge il riconoscimento dei segnali esteso, avviso di allontanamento dalla corsia, commutazione attiva dei fari e avviso dell’angolo cieco mentre il terzo comprende anche il cruise control adattivo. La ruota di scorta è di serie su tutte le versioni mentre il freno di stazionamento elettrico si può avere sull’allestimento intermedio Comfort che sarà il più gettonato.

Il Ground è invece studiato per i terreni più difficili e ha altezza da terra maggiorata di 3 cm, pneumatici M+S e il sistema Traction Select che adatta il controllo elettronico di trazione ai diversi tipi di fondo.  Si può avere il sistema infotelematico con audio DAB, Android Auto e Carplay, audio Dab e modulo di comunicazione che permette di interagire con il veicolo a distanza tramite l’app MyT per geolocalizzarlo, inserire la destinazione o richiamare i dati di guida. Poi si possono avere i sensori di parcheggio, per la pioggia, l’indicatore di carico che avvisa già quando si è al 90% e lo smart active vision che, attraverso una telecamera posteriore e una laterale destra permettono di avere una retrovisione perfetta in marcia e di valutare meglio gli ingombri in manovra.

La variante per passeggeri ha la seconda fila di sedili con 3 attacchi Isofix e il tetto panoramico con vano da 60 litri. Nell’abitacolo vi sono 16 vani e la cappelliera ha anche il doppio ripiano. In questo caso gli allestimenti previsti sono Lounge, Executive e Luxury che ha di serie anche 2 smart key, tetto panoramico, cerchi da 17, head-up display, volante in pelle e Traction Select. Il Proace City è garantito per 5 anni o 200.000 km e potrà contare su una linea di accettazione dedicata e il servizio veloce in un’ora. I motori sono il 3 cilindri 1.2 da 130 cv con cambio a 6 rapporti, il diesel da 75 cv e 100 cv con cambio a 5 rapporti o da 130 cv con 6 marce o automatico a 8 rapporti.

Il Proace City furgone parte da 11.400 euro, IVA e consegna escluse o a 118 euro al mese con muntenzione e furto inclusi. Inoltre si può avere la copertura Restart che, in caso di furto, riconosce il valore del veicolo da nuovo entro il primo anno e a scalare entro il 5° anno con la possibilità di usare il valore residuo per acquistare un altro mezzo Toyota. Il carico inoltre è assicurato fino ad un massimale di 3.000 euro. Il proace passeggeri parte invece da 17.150 euro (IVA e messa su strada incluse) o a 169 euro al mese. Si può scegliere anche la formula Pay per Drive Connected a 118 euro al mese con la possibilità di rivedere il canone in base al chilometraggio effettivo, come già avviene sulle Toyota e Lexus.

Toyota riconosce un bonus di ulteriori 500 euro se si prenota il mezzo online e ha l’obiettivo per quest’anno di raddoppiare i volumi di vendita della gamma Toyota Professional portandoli da 2.030 unità nel 2019 con una quota dell’1% a 4.050 con una penetrazione del 2,8% in un mercato che, causa pandemia Covid-10, dovrebbe scendere da 190mila a 140mila vetture. Grazie al Proace City e al resto della gamma, Toyota Professional copre il 67% del mercato e, in prospettiva, punta al 10% delle vendite totali che il costruttore giapponese conta di realizzare in Europa. Nel 2021 arriverà la versione elettrica che seguirà a quella analoga del Proace.

  • condividi l'articolo
Wednesday 20 May 2020 - Ultimo aggiornamento: 21-05-2020 15:37 | © RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti