Vergne al volante della Techeetah

Techeetah sempre più ambiziosa, con Vergne e Lotterer per aspirare al vertice

di Mattia Eccheli
  • condividi l'articolo
SPECIALE FORMULA E

ROMA – Al dodicesimo assalto è arrivato il primo successo. Il team cinese Techeetah, che usa le stesse monoposto della Renault, ha chiuso nel migliore dei modi la prima stagione in Formula E, quando è subentrata ai giapponesi della Aguri. E cioè con la vittoria di Jean Eric Vergne (tre scuderie diverse in quattro campionati), che si è imposto nel secondo ePrix di Montreal.

La scuderia ha cominciato bene la sua avventura nel campionato elettrico, ottenendo altri sei piazzamenti sul podio nel circuito 2016/2017. Tutti i podi sono francesi: quattro dello stesso Vergne e gli altri due di Stéphane Sarrazin, arrivato a stagione in corso dalla Venturi. Nel frattempo Vergne ha già regalato alla Techeetah anche il sesto podio con la piazza d'onore a Hong Kong nella prima gara di questo nuovo campionato.

Nel 2017/2018 il team ha affiancato al francese un altro pilota di grande esperienza, il tedesco Andrè Lotterer, che arriva dall'Endurance. Techeetah deve stabilizzare la situazione al volante: la passata stagione aveva schierato per le prime tre gare il cinese Ma Qing Hua e poi il messicano Esteban Gutierrez, che dopo altrettanti ePrix aveva deciso di abbandonare il circuito elettrico per accettare un ingaggio in un'altra serie.

Il palmares della scuderia è interessante e include anche una pole e quattro prime file. Con i suoi 156 punti ha chiuso in quinta posizione il primo campionato in Formula E. Ancora per questa stagione potrà beneficiare delle monoposto della Renault e.Dams, che cederà il testimone a Nissan dalla prossima. Techeetah diventerà pertanto indipendente e dovrà dimostrare quello che è in grado di fare senza la Losanga.

  • condividi l'articolo
Sabato 13 Gennaio 2018 - Ultimo aggiornamento: 16:36 | © RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti