La nuova Mercedes GLB

GLB, stella nascente. Cresce la famiglia dei Suv di Mercedes: grande abitabilità, si viaggia anche in sette

di Sergio Troise
  • condividi l'articolo

FRANCOFORTE - Dici Mercedes e il pensiero corre alle berline di classe premium tutte comfort e hi-tech, grandi, grosse, lussuose, potenti, costose. Eppure da anni la gamma e l’immagine del Made in Stoccarda sono cambiate: oggi una Mercedes su tre è un Suv, e una su 4 è di dimensioni compatte. Dal lancio della prima Classe A, nel 1997, sono state consegnate più di 6 milioni e mezzo di vetture di questo segmento e nel 2018 oltre 609.000 clienti in tutto il mondo hanno acquistato un modello con la Stella né troppo grande né troppo costoso. Non deve stupire, dunque, se sull’onda del successo la Casa tedesca continui a sfornare novità in questo campo. L’ultima in ordine di tempo si chiama GLB. Presentata in anteprima mondiale a Francoforte, è l’ottava rappresentante della famiglia di vetture compatte della Stella: misura 4.634 mm in lunghezza, 1.834 in larghezza, 1.658 in altezza ed è pronta a inserirsi tra GLA e GLC per recitare un ruolo da protagonista nel mondo dei Suv di dimensioni compatte, il più vivace del mercato. Nello stand del salone tedesco è stato definito “un Suv versatile e spazioso, ideale per la famiglia e il tempo libero”. E ci si è affrettati ad anticipare anche il listino, che parte da 35.387 euro.

La gamma Italia prevede che il ruolo di entry level sia affidato alla GLB 180 d Automatic Executive, porta d’ingresso di un’offerta che include anche gli allestimenti Business, Sport e Sport Plus, e propone un’ampia scelta di motorizzazioni, benzina e diesel, tutte Euro 6d, da 1.3 a 2.0 litri, con potenze comprese tra 116 a 224 cv. Tra le qualità di base, spiccano lo stile piacevole e, soprattutto, la notevole disponibilità di spazio, con 5 posti comodi che a richiesta possono diventare 7 (prima volta per una Mercedes in questo segmento). Con un passo di 2.829 mm, maggiore di 10 rispetto alla nuova Classe B, il nuovo Suv GLB offre un’apprezzabile abitabilità.
Nell’allestimento 5 posti il vano bagagli misura tra 560 e 1.755 litri. Arriverà nelle nostre concessionarie entro la fine dell’anno. Nella fase iniziale non sono previste motorizzazioni ibride, che tuttavia rientrano nei programmi futuri. E’ invece già definita in tutti i dettagli la versione sportiva AMG 35 4MATIC, che si distingue per l’aspetto più aggressivo e per la capacità di trasformarsi in una belva con 306 cavalli, in grado di stupire sia per le qualità stradali sia in offroad. Il motore della versione AMG è il 2.0 litri 4 cilindri turbo abbinato alla trazione integrale 4Matic Performance e al cambio 8G Speedshift DCT AMG: un cocktail esplosivo che consente accelerazioni sullo 0-100 in 5,2” e – c’è da giurarci - un piacere di guida tutto da scoprire.

Ovviamente sia sulle versioni “normali” sia sulla super sportiva AMG non mancano i sistemi di assistenza alla guida e tutti gli apparati digitali di ultima generazione per migliorare la sicurezza e la qualità della vita a bordo: un armamentario all’avanguardia che include l’head-up display a colori, la navigazione con realtà aumentata, il software con funzione di autoapprendimento e i supporti vocali attivabili con la parola chiave “Hey Mercedes”. Sportività e dotazioni hi-tech sono patrimonio anche della GLE Coupé, altra novità presentata da Mercedes a Francoforte, con l’obiettivo, in questo caso, di esaltare un’aerodinamica e un dinamismo senza compromessi: disponibile inizialmente nelle versioni 350 d e 400 d, la sportivona tedesca si può scegliere anche nella versione AMG che si avvale del sistema ibrido EQ Boost in grado di alzare potenza e coppia e di assicurare prestazioni elevate senza incidere troppo su consumi ed emissioni.

  • condividi l'articolo
Domenica 20 Ottobre 2019 - Ultimo aggiornamento: 22-10-2019 13:08 | © RIPRODUZIONE RISERVATA