La Mini Cooper SE

Cooper SE, anche Mini diventa totalmente elettrica. Il debutto a Francoforte

di Giampiero Bottino
  • condividi l'articolo

FRANCOFORTE - Anche Mini diventa totalmente elettrica, in piena sintonia con la strategia del gruppo Bmw che della mobilità a batterie rivendica la leadership tra i costruttori premium, annunciando a chiare lettere l'intenzione di mantenerla anche in futuro.

La Mini Cooper SE, cioè la versione a emissioni totalmente nulle che esibisce le fattezze della classica tre porte da cui è partita l'intera famiglia, ha debuttato al Salone di Francoforte affiancando la Countryman ibrida plug-in corsa alla mobilità sostenibile che vede impegnata la marca di Oxford, la e che ha approfittato dell'occasione per offrire una dimostrazione concreta delle capacità della primi Mini 100% elettrica in 60 anni di storia del marchio.
 

 

La SE, con al volante la responsabile del progetto Elena Eder, ha lasciato il quartier generale del gruppo a Monaco quando il navigatore di bordo quantificava esattamente in 400 km il percorso da compiere per raggiungere il quartire fieristico di Francoforte. Un tragitto compiuto con una sola sosta a una strazione si servizio attrezzata sull'autostrada che collega le due città, segnalata dal sistema di navigazione stesso.

A conferma di un'auto che di cittadino ha senza le dimensioni, ma che non si spaventa di fronte all'idea di esplorare orizzonti più ampi grazie al sistema che consente la ricarica rapida in corrente continua fino a 50 kw e che permette di recuperare l'80% della capacità della batteria ad alto voltaggio da 32,6 kWh, alloggiata sotto il pavimento dell'abitacolo, in 35 minuti. Giusto il tempo di uno spuntino o di una rilassante pausa caffé.
 

 

Accreditata di una potenza di 186 cv che giustifica l'appartenenza alla «famiglia» Cooper, di una velocità massima di 150 km all'ora e di un'autonomia compresa tra 235 e 270 km, la Mini SE dipone di due tipi di prese che consente di effettuare la ricarica sia in corrente continua, sia in corrente alternata da una colonnina pubblica con potenza massima fino a 11 kW. In tal caso per ricaricare la batteria all'80% occorrono due ore e mezza, che diventano 3 nel caso si desideri fare il «pieno».

  • condividi l'articolo
Martedì 17 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento: 19-09-2019 16:42 | © RIPRODUZIONE RISERVATA