La Ford Mustang Mach-E

Ford Mustang Mach-E: il Suv elettrico iconico e sportivo, campione di tecnologia e autonomia

di Nicola Desiderio
  • condividi l'articolo

LOS ANGELES - Qualche giorno fa era stato svelato il nome, ora si sa finalmente come è. Ecco la Ford Mustang Mach-E, la prima vera auto elettrica globale della casa di Dearborn che si innesta sul ramo più solido del brand con una tecnologia altamente innovativa, non solo per il sistema di propulsione. Il nome deriva da Mach 1, una delle denominazioni storiche usata per le versioni sportive della Mustang.
 

La Mach-E è una Mustang in particolare per la forma bombata dei parafanghi, il profilo del cofano motore e i gruppi ottici a tre fessure di luce, ma il resto è nuovo e dettato da una sostanza nuova, come dimostra la calandra sigillata sulla quale campeggia lo stemma del cavallo selvaggio, irrinunciabile su una vera Mustang. La nuova Ford è basata su una nuova piattaforma completamente dedicata ai veicoli elettrici ed è lunga 4,71 metri, alta 1,6 e larga 1,88 con un passo molto lungo di 2,98 metri, come è normale su auto dotate di struttura che incorpora la batteria sotto il pavimento della vettura. Il coefficiente di penetrazione aerodinamico è meno di 0,30.

Se l’esterno è moderno, ma ispirato comunque al passato, l’abitacolo guarda senza nostalgie al futuro e offre luce e spazio, grazie al passo lungo e al tetto panoramico in cristallo. Notevole l’abitabilità anche per i più alti, grazie al pavimento piatto senza tunnel e alle ampie portiere senza maniglie: si aprono premendo un pulsante che si trova alla base dei montanti. La capacità di carico può contare su un bagagliaio tradizionale (402-1.420 litri) e di un altro da 100 litri sotto il cofano anteriore. La plancia ha un disegno minimalista, con un piccolo display come strumentazione ed un enorme schermo da 15,5 pollici disposto verticalmente al centro che ospita tutti i comandi di bordo e il sistema Sync di nuova generazione.
 

 

Le caratteristiche più avanzate sono l’integrazione wireless sia con sistemi iOs sia Android oltre al fatto di potere essere completamente aggiornabile over-the air, così come lo sono anche il software di controllo del sistema di propulsione e quelli di sicurezza che, in un secondo momento, consentiranno la guida autonoma senza mani. Per ora c’è praticamente tutto quello che serve, dall’ACC con funzione stop&go fino al mantenimento della corsia e al supporto per l’evitamento degli ostacoli. Tra le funzionalità più interessanti ci sono la possibilità di utilizzare lo smartphone come chiave e il riconoscimento vocale che utilizza sia il cloud sia il sistema di bordo per ubbidire nel modo giusto alle istruzioni del guidatore. Altri preziosismi tecnici sono i freni Brembo e gli ammortizzatori magnetoreologici a controllo elettronico.

Il sistema di propulsione può essere con il solo motore posteriore o con due motori mentre la batteria – costruita dalla stessa Ford con celle a sacchetto fornite da LG Chem – può essere da 288 celle e 75,7 kWh di capacità oppure da 388 celle e 98,8 kWh con autonomie che vanno da 540 a 600 km (WLTP). Le potenze sono da 190, 210 o 248 kW con coppie di 415 o 565 Nm mentre al vertice c’è la GT da 342 kW e 839 Nm che promette uno 0-100 km/h in meno di 5 secondi con un’autonomia di 500 km. La velocità massima è limitata a 180 km/h. La potenza massima di ricarica è di 150 kW, possibile attraverso le colonnine di Ionity, il consorzio al quale anche Ford appartiene. Ford metterà a disposizione le wallbox e un sistema di pagamento unificato integrato all’interno dei servizi FordPass per ricaricare la vetture presso 125mila stazioni in tutta Europa.

La nuova Ford Mustang Mach-E sarà la prima Mustang prodotta fuori dagli USA, nello stabilimento di Cuatitlan, in Messico e andrà in consegna dall’autunno del 2020. Negli USA è già possibile prenotarla con un anticipo di 500 euro mentre il listino va da 44mila a oltre 60mila dollari per la GT che arriverà però a metà del 2021 mentre la versione speciale First Edition costa 59.900 dollari. Stessi tempi per l’Europa e per l’Italia dove la fascia di prezzo prevista è di 45-60mila euro, escludendo la GT che chiederà cifre superiori.

 

  • condividi l'articolo
Lunedì 18 Novembre 2019 - Ultimo aggiornamento: 21-11-2019 15:29 | © RIPRODUZIONE RISERVATA