La Jeep Renegade 4Xe

Jeep, la leggenda si elettrifica. Aspettando Wrangler, Renegade e Compass sono già ibride plug-in

di Sergio Troise
  • condividi l'articolo

Sembrava tutto troppo bello: dopo anni di crescita tumultuosa, nel 2019 Jeep si era difesa bene dalla crisi del mercato europeo contenendo il calo allo 0,9% (con oltre 167.000 unità immatricolate) e aveva puntato sul successo della Renegade (+9,9%) per farne la protagonista, assieme alla Compass, del piano di elettrificazione del marchio americano di FCA: un piano concentrato sulla nuova linea produttiva di Melfi, frutto del programma di investimenti da 5 miliardi di euro che l’azienda aveva annunciato per l’Italia, con 13 modelli nuovi o profondamente rinnovati e l’avvio della produzione delle prime auto ibride plug-in, ovvero le versioni 4Xe di Renegade e Compass. L’emergenza Coronavirus ha rallentato tutto.

L’unica certezza, al momento, è la fiducia riposta da FCA sulla qualità del prodotto. E allora vediamo come sono fatte e che cosa promettono le più avanzate rappresentanti dello storico marchio americano. E cominciamo col dire che nonostante le dimensioni diverse (4,24 metri la Renegade, 4,39 la Compass) i due Eco-Suv 4x4 nascono su un pianale comune e adottano la medesima meccanica: sono spinte da un powertrain che combina un motore 4 cilindri 1.3 turbo benzina da 180 cv con una unità elettrica da 60 cv per una potenza totale di 240 cv. Ad alimentare il motore elettrico è una batteria prodotta dalla Lg, da 11,4 kWh e a forma di T, posta sotto al tunnel centrale e al divano posteriore, che si ricarica sia durante la guida, mediante un sistema di frenata a recupero d’energia, sia attraverso una presa elettrica.

In questo caso, utilizzando una wallbox da 3 kW fornita dalla Casa (attivabile anche da remoto) è possibile fare il pieno d’energia in 3,5 ore, mentre collegandosi a una presa da 7,4 kW i tempi di riducono della metà. Il motore termico aziona le ruote anteriori, quello elettrico fornisce trazione all’asse posteriore, assicurando così il funzionamento della trazione integrale. Secondo le anticipazioni della Casa, sia la Renegade che la Compass possono scattare da 0 a 100 km/h in circa 7 secondi (in modalità Sport) e toccare i 200 km/h, mentre utilizzando la sola propulsione elettrica è possibile percorrere fino a 50 km a zero emissioni e raggiungere una velocità massima di 130 km/h. I consumi medi dichiarati si attestano a 2,01 l/100 km per la Renegade, con emissioni di CO2 limitate a 46 g/km, e a 1,97 l/100 km per la Compass, con la CO2 a 45 g/km.

Il listino non è stato ancora ufficializzato, ma prima dell’emergenza Coronavirus era stata avviata una campagna di lancio incentrata sulla prenotazione delle versioni First Edition di Renegade e Compass 4xe proposte rispettivamente a 40.900 e 45.900 euro, con allestimenti full optional e garanzia prolungata a 5 anni per l’auto e 8 per il pacco batterie. Prossimo step del piano Jeep sarà la Wrangler ibrida plug-in, attesa per settembre.

  • condividi l'articolo
Tuesday 31 March 2020 - Ultimo aggiornamento: 18-04-2020 11:21 | © RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti