La DS3 Crossback

DS3 Crossback, inizia la vendita del b-suv premium. Serie esclusiva “La Première” per il lancio

di Giampiero Bottino
  • condividi l'articolo

MILANO - A quasi un anno dal debutto in Italia come marchio autonomo, celebrato con l'avvio della commercializzazione della DS7 Crossback, arriva il secondo modello della nuova generazione DS, quella nata dopo la conquista dell'«indipendenza» da parte del brand più giovane (Opel si è aggiunta dopo, ma la sua storia è ben più lunga) della galassia affidata a Carlos Tavares.

Anche in questo caso si stratta di un Suv, la DS3 Crossback, che va a inserisce nel promettente filone delle vetture a ruote alte di taglia urbana, ovviamente nella fascia premium del segmento B nella quale il panorama competitivo non è paticolarmente affollato, visto che la schera delle rivali dirette – indicate dallo stesso management della casa francese – si limita all'Audi Q2 e alla Mini Countryman.

Coerente con la mission affidata al marchio, la nuova arrivata reinterpreta la filosofia premium alla luce del «savoir faire» alla francese, un'appartenenza che la nuova arrivata manifesta in ogni dettaglio, dal nuovo family feeling che trova espressione soprattutto nella calandra e nel look audacemente tecnologico dei gruppi ottici, piuttosto che nelle soluzioni raffinate degli interni, caratterizzati da trattamenti estetici chiaramente ispirati ad alcune creazioni dei grandi maestri dell'«haute couture» o della più esclusiva gioielleria d'Oltralpe.

Esteticamente gradevole dentro e fuori (con qualche perplessità suscitata dall'inconsueto «sperone» che si impenna all'altezza del montante centrale, regalando ai finestrini posteriori un look fin troppo originale), il nuovo Suv urbano alle dimensione compatte (la lunghezza è di 4,12 metri) e alle proporzioni azzeccate affianca un abitacolo ampio e accogliente, con finiture e materiali di eccellente livello e alcune preziosità inedite nel segmento, come le maniglie a scomparsa che fuoriscono appena la chiave elettronica arriva nel raggio di 3 metri dall'auto, salvo rientrare a filo della carrozzeria dopo pochi minuti.

Sotto l'aspetto meccanico, la DS3 Crossback attinge ai motori più evoluti dell'arsenale Psa. La gamma comprende infatti tre unità a benzina, con al vertice il nuovo 3 cilindri turbo a benzina 1.2 Pure Tech da 155 cv abbinato al cambio automatico Eat8 a 8 rapporti, al quale fanno compagnia le declinazioni da 130 (cambio automatico) e 100 cv (cambio manuale). Sul fronte del diesel troviamo invece il BlueHdi da 130 e 100 cv, con trasmissione automatica e manuale rispettivamente. Entro la fine dl 2019, ad arricchire la gamma arriverà la versione E-Tense 100% elettrica con 136 cvalli a disposizione, accelerazione 0-100 in 8,7 secondi, 300 km di autonomia, ricarica rapida all'80% in 30 minuti e capacità nell'uso urbano di rigenerare fino al 20% dell'energia in fase di decelerazione e frenata .

Già ordinabile nelle concessionarie del marchio, ma con consegne a partire dal lancio ufficiale in programma nella prima decade di maggio, la DS3 Crossback viene proposta nel già completo allestimento So Chic a partire da 26.200 euro. A parità di motore, basta aggiungere 1.200 euro per passare a uno dei due allestimenti successivi, denominati Performance Line e Business. Fino alla fine di giugno, poi, è disponibile la ricca e ancor più esclusiva versione La Première, il cui listino è di 38.500 euro con il PureTech da 130 cv e di 40.500 euro se si vuole il motore con 25 cv in più.

  • condividi l'articolo
Mercoledì 13 Febbraio 2019 - Ultimo aggiornamento: 11:57 | © RIPRODUZIONE RISERVATA