La Q3  Sportback protagonista della sfilata di Armani a Milano

Q3 Sportback, in passerella da Armani il Suv sportivo di Audi

di Giampiero Bottino
  • condividi l'articolo

MILANO - Debutto in passerella, da autentica star. E che passerella! Quella del teatro Armani, uno dei centri nevralgici della Milano della moda, location abituale delle sfilate con cui «re Giorgio» continua regolarmente a stupire il mondo. Proprio un defilée di Emporio Armani donna e uomo ha offerto la cornice ideale per salutare degnamente la nascita di una credibile aspirante star dei motori: l'Audi Q3 Sportback alla prima uscita italiana.

È apparsa sul palco, appena terminata l'ovazione che ha concluso la sfilata, indossando il più elegante dei suoi «abiti», la sofisticata livrea Nero Mythos, inedita ed esclusiva, accompagnata dalla colonna sonora di Luvienne che, altrettanto elegante in uno sfarzoso abito rosso, ha ribadito di essere una straordinaria virtuosa del violino elettrico. Entrambe, auto e musicista, si sono perfertamente integrate in un ambiente nel quale la bellezza è di casa, come dimostrato ampiamente dalla platea degli ospiti

Per rendere ancora più glamour e intrigante la serata, la casa degli anelli ha regalato un autentico scoop: l'anteprima mondiale, in tutto lo splendore di una sgargiante livrea Verde Kyalami dal gusto molto tedesco, della RS Q3 Sportback, la versione più muscolosa della famiglia spinta dai 400 cv del 5 cilindri 2.0 Tfsi che ha infranto una consolidata tradizione. Per la prima volta, infatti, una versione «rivisitata» da Audi Sport è stata svelata in contemporanea con il modello da cui deriva, anche se le consegne partiranno in un secondo momento con prezzi ancora da definire.

Tornando alla gamma «normale», la ricetta di trasferire su scala ridotta la filosofia stilistica portata al debutto dalla ben più imponente Q8 funziona. La Q3 Sportback combina le proporzioni tipiche di un Suv con la filante silhouette di un'auto sportiva, beneficiando delle dimensioni modificate rispetto alla Q3 «standard» (si è allungata di 16 mm – a 4,5 metri – e abbassata di 29) per sottolineare il temperamento brillante puntualmente esibito su strada dall'unica versione disponibile – la Q3 Sportback (35) Tdi a due ruote motrici con cambio S tronic doppia frizione a 7 marce – nonostante il 2.0 Tdi da 150 cv sia il meno potente di una gamma che al lancio in ottobre comprende anche la medesima unità, ma dotata di trazione quattro e cambio manuale, e il 2.0 Tfsi (45), turbo a benzina da 230 cv con S-Tronic e trazione integrale quattro.

I tre modelli hanno prezzi che partono rispettivamente da 41.400, 41.500 e 47.750, ma la famiglia è destinata ad ampliarsi successivamente con il Tfsi 1.5 (35) da 150 cv (trazione anteriore, disponibile anche con cambio S tronic e ibrido mild-hybrid a 48 Volt) e con due varianti del turdodiesel 2.0, la (35) da 150 cv con trazione quattro e a cambio S tronic e la (40) con le medesime caratteristiche, ma con una potenza di 190 cv.

Agile, brillante e disinvolta su strada, ben attrezzata anche per l'off-road, la prima Suv-coupé compatta dei quattro anelli è equipaggiata (o può esserlo) con i dispositivi tecnologici più evoluti, dal Virtual Cockpit interamente digitale con display da 10,25 pollici che proprio Audi è stata la prima a proporre al mercato ai sistemi di assistenza alla guida attivi, capaci di intervenire autonomamente per rimediare a eventuali errori del guidatore.

Per quanto riguarda la connettività, tra le tante soluzioni disponibili l'ultimo «rampollo» della stirpe Q3 può avvalersi dei servizi Car-to-X e delle informazioni diffuse in tempo reale dall'intelligenza collettiva dalla flotta Audi che permette alle vetture di dialogare costantemente tra loro, mentre a bordo fa il suo ingresso l'assistente vocale Alexa di Amazon che offre nell'abitacolo gli stessi servizi disponibili a casa.

  • condividi l'articolo
Lunedì 7 Ottobre 2019 - Ultimo aggiornamento: 08-10-2019 17:19 | © RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti