La Smart EQ Forfour

Smart EQ Forfour, la porta d'accesso alla mobilità elettrica più dinamica e funzionale

di Antonino Pane
  • condividi l'articolo

ROMA - chi ha detto che le citycar elettriche sono solo costose? Con meno di 25mila euro (si può avere anche con tremila euro di anticipo e 148 euro al mese)  si può circolare in quattro, comodi, con un motore che quando pigi sull’acceleratore ti regala quella speciale sensazione dello schienale che ti spinge. Eccola la nuova Smart EQ forfour, l’auto con cui il gruppo Mercedes rende l'accesso alla mobilità elettrica più alla portata di tutti. E trattandosi di una firma prestigiosa i contenuti non potevano che essere di livello: così alla guida la nuova Smart a quattro porte dimostra di non avere nulla da invidiare a vetture premium anche di segmenti maggiori. Tettuccio luminoso, prativo navigatore finanche la possibilità, attraverso una app sul telefonino di avviare a distanza, quando l’auto è sotto carica, l’impianto di aria condizionata. E tutte queste dotazioni hanno dimostrato la loro utilità da Roma a Ostia: abbiamo scoperto anche  la grande agilità di questa vettura che dona un piacere di guida inaspettato. 
 

Le misure sono assolutamente rispettabili: 3,5 metri per 1,6. Seduta posteriore comoda anche quando il sedile anteriore è a fine corsa. Una perfetta citycar, dunque, che non lesina spazi in caso di bisogno. Reclinando i sedili posteriori, infatti, può caricare fino a 975 litri partendo dal bagagliaio di 255 litri. Sorprende anche la lunghezza di carico, pari a 2,22 metri con lo schienale del sedile lato passeggero anteriore ribaltato in avanti.

Detto questo, non si può non aggiungere che la Smart EQ forfour addirittura stupisce nelle manovre: in poco più di 8 metri si può effettuare inversione con una unica sterzata. 

Grande agilità, dunque, a zero emissioni. E grazie alla strategia Mercedes, la forfour si posiziona sul mercati come la 5 porte elettrica più vantaggiosa del mercato, con prezzi che partono da 24.918 euro, inclusa la wallbox di ricarica domestica.

La smart EQ forfour condivide molti elementi di design con la sorella minore. Riconoscibili subito con chiarezza i tratti caratteristici di Smart: il particolare profilo della porta e l'originale cellula tridion. Una caratteristica nervatura al centro delle porte completa l'immagine del marchio. Nella vista laterale la smart forfour presenta gli stessi elementi della fortwo ma, oltre alle porte aggiuntive, ha una cellula tridion più lunga. Gli sbalzi anteriori e posteriori appaiono tanto corti quanto nel modello a due porte. La linea del tetto della forfour discende dietro verso il basso come nei coupé.

Smart EQ forfour si distingue per un eccellente sfruttamento degli spazi. Per descriverlo, gli ingegneri smart hanno sviluppato il Body Space Index (BSI), che valuta il rapporto tra lunghezza interna e lunghezza esterna, dove la lunghezza dell’abitacolo viene misurata orizzontalmente dal pedale dell’acceleratore non premuto fino alla fine della coda. In questo parametro forfour segna il valore record di 77%.

Piccola fuori e grande dentro, insomma, la nuova forfour offre un’inedita soluzione alle sfide della mobilità urbana di tutti i giorni.

Gli interni sono caratterizzati dallo stile Smart. C’è la flessibilità di sempre ma tanto comfort e numerose soluzioni intelligenti, come lo schienale del sedile lato passeggero ribaltabile, di serie anche su fortwo.

Le porte posteriori, con un raggio di apertura di quasi 90°, favoriscono l’accesso e l’uscita dall’abitacolo, facilitano il carico di oggetti ingombranti e agevolano le operazioni di montaggio dei seggiolini per bambini.

Il motore è quella della sorella a due porte. È capace di sviluppare 82 cavalli (60 Kw) e con una carica completa di batteria riesce a percorrere anche 160 chilometri. La coppia è generosa: 160 N/m è la senti tutta in accelerazione. Smart EQ forfour va da 0 a 100 k/h in 4,9 secondi. 

  • condividi l'articolo
Mercoledì 17 Luglio 2019 - Ultimo aggiornamento: 15:23 | © RIPRODUZIONE RISERVATA