La  nuova Audi e-tron per la settima stagione di Formula E

Audi vuole tornare a vincere in FE con il powertrain sviluppato internamente, efficienza al 95%.

di Mattia Eccheli
  • condividi l'articolo

NEUBURG AN DER DONAU – La scuderia Audi Sport Abt Schaeffler è pronta per i test di Valencia che anticipano l'avvio della settima stagione della Formula E, la prima come campionato del mondo Fia. «Per me – sorride in collegamento dal Principato di Monaco Lucas di Grassi, il vincitore del primo ePrix della storia ed il pilota che ha finora collezionato il maggior numero di punti nel circuito elettrico – la Formula E è già un mondiale dalla seconda stagione. Questa è solo una definizione formale».

Al volante della seconda e rinnovata monoposto e-tron FE07 ci sarà il tedesco Renè Rast, che la casa dei Quattro Anelli aveva già “lanciato” a Berlino nello scorcio finale della stagione 2019/2020. Entrambi i piloti disporranno dell'aggiornato gioiello tecnologico ad altissima efficienza con il quale il costruttore di Ingolstadt vuole tornare a vincere: con il brasiliano si era aggiudicata il titolo piloti nel campionato 2016/2017, mentre come scuderia (con Daniel Abt) aveva trionfato nel 2017/2018.

Rivista nella livrea (le tinte principali sono il bianco, il verde ed il rosso), la monoposto tedesca schizza da 0 a 100 all'ora in 2,8 e, soprattutto, è accreditata di un'efficienza complessiva del 95%. Perché più che in qualsiasi altra serie del motorsport, l'efficienza è tutto. O quasi. Allan McNish, l'ex pilota scozzese numero della scuderia, spiega che «in un circuito come quello di Città del Messico (un autodromo e non un tracciato cittadino, ndr) occorre recuperare il quaranta per cento dell'energia per finire la gara». Vale a dire oltre 20 kWh dei 52 di capacità della batteria.

Sulla Audi e-Tron FE07 debutta il primo powertrain elettrico ad una sola velocità sviluppato internamente il cui cuore è il motore-generatore Mgu05. Il sistema pesa meno di 35 chilogrammi e in determinate condizioni raggiunge un'efficienza del 97%. Rispetto ad un'analoga unità a combustione interna da 250 kW (340 cavalli), quella che equipaggia le monoposto tedesche è molto più leggera ed assicura un'efficienza più che doppia, fanno sapere da Audi Sport.

«Un risultato eccezionale per tutto il team», ha commentato Stefan Aichner, a capo della squadra di ingegneri che ha portato a termine il progetto. «In ogni ambito ci siamo spinti fino al limite», ha aggiunto. I risultati si potranno comparare nei prossimi giorni sul circuito spagnolo “Ricardo Tormo”, dove tra il 28 novembre e l'1 dicembre sono in programma i test ufficiali della prossima stagione.

  • condividi l'articolo
Giovedì 26 Novembre 2020 - Ultimo aggiornamento: 27-11-2020 18:04 | © RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti