La nuova BMW X1

BMW X1, look evoluto e motori più brillanti ed ecologici. In arrivo anche l'ibrida plug-in

di Giampiero Bottino
  • condividi l'articolo

FRANCOFORTE - A differenza dell'altra componente della famiglia compatta Bmw, la Serie 1 che nel cambio di generazione si è addirittura «convertita» alla trazione anteriore, la X1 è stata svelata al pubblico al Salone di Francoforte nelle vesti conferitele dal recente restyling che ne ha modificato, anche se in misura non particolarmente drastica, la filosofia.

Hanno cambiato il look il doppio rene, la griglia e la presa d'aria, mentre i gruppi ottici che ora sono full Led (in opzione anche del tipo adattivo), come i fendinebbia integrati nel paraurti anch'esso ridisegnato, conferiscona al più compatto dei Suv Bmw uno sguardo più acuto e penetrante. Una tecnologia, quella full Led, che si ritrova anche nelle luci posteriori. Mentre nell'abitacolo è cambiato il display a centro plancia, che a richiesta può raggiungere la diagonale di 12,25 pollici che consente di suddividere le schermate, aumentando il numero delle informazioni e delle funzioni che si possono controllare e gestire contemponeamente.

Sotto l'aspetto dinamico il rinnovamento – che prevede gli allestimenti base, xLine, Sport Line e M Sport – schiera una gamma motori alla quale si sono aggiunti turbodiesel: il più sobrio della famiglia è il 3 cilindri 1.5 da 116 cv della sDrive16d, il cui listino parte da 33.150 euro e che può essere abbinata a un cambio manuale a 6 rapporti o a un doppia frizione a 7. Si tratta del modello d'accesso all'offerta diesel, nella quale all'estemità opposta si colloca, grazie al 4 cilindri 2.0 da 231 cv, la xDrive 25d che nell'allestimento più accessibile ne costa 16.000 in più. E a marzo del 2020 inizierà la produzione della X1 xDrive25e, ibrida plug-in accreditata di emissioni medie di CO2 di 43 g/km.

È stato anche ampliato il ventaglio delle soluzioni di connettività che torvano la loro espressione più evidente nel Control Display collocato al centro della plancia: i 6,5 pollici della versione standard possono diventare 8,8” o 10,25” nel caso si opti per un sistema che integra anche il navigatore satellitare. In tal caso lo schermo può essere gestito – anche per accedere ai servizi digitali di Bmw Connected Drive – non solo in modalità «touch», ma anche con la monopola del controller iDrive o tramite i comandi vocali.

L'aggiornamento della famiglia X1 ha avuto effetti positivi anche sulla qualità della vita a bordo, per esempio con la possibilità di far scorrere in avanti fino a 13 cm i sedili posteriori e il portellone che offre l'opzione dell'apertura e chiusura automatica anche a mani libere.

  • condividi l'articolo
Lunedì 23 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento: 24-09-2019 14:35 | © RIPRODUZIONE RISERVATA